MASSIMILIANO SCHIAVON ART TEAM srl unipersonale

Life

Life

Massimiliano Schiavon Art Team srl unipersonale,
design di Massimiliano Schiavon

LIFE nasce con l’intenzione di far capire come la bellezza possa avere in questo caso, la stessa forza del cemento. Fermarsi, ma per stupirsi.

L’opera racchiude ogni lavorazione della Massimiliano Schiavon Art Team. La preziosa composizione di murrine, zanfirici e filigrane precedentemente realizzati, per la fusione dei fiori colorati. Lavoro prettamente di Massimiliano. Le braccia, realizzate in vetro soffiato, vengono attaccate al fiore durante la fase di fusione. La soffiatura rende possibile quindi, l’illuminazione interna a ciascun elemento.

Le foglie sono invece in vetro massiccio. Ognuna diversa per forma e dimensione. Ogni elemento racchiude la particolarità di quella tradizione millenaria che oggi viene riproposta in chiave moderna. Singola ed irripetibile, è la caratteristica di ogni creazione di Massimiliano Schiavon Art Team. Fiori e foglie sono sorretti da una struttura in metallo fissata sul jersey di legno. Una parziale illuminazione lo rende ancora più utile e prezioso.

Massimiliano Schiavon
Art Team srl unipersonale

Murano Venezia – Fondamenta Serenella, 18/A

Massimiliano Schiavon nasce e cresce a Murano quale sesta generazione di una famiglia che ha dedicato la propria esistenza al vetro. La sua produzione si è specializzata nella creazione di vasi artistici, sculture e lampadari definiti “Pezzo d’Arte”, certificati e firmati 1/1.

Massimiliano ha saputo creare attorno a sé un Team di appassionati che, distinguendosi per il lavoro a mano libera, sono sempre alla continua ricerca di novità: Claudio Zama, Giorgio Valentini, Loris Dei Rossi alla fusione, Wili e Luca Bardella in moleria. Inventando sempre nuove Collezioni, offrono oggi un prodotto unico che non teme concorrenza.

Massimiliano Schiavon, nella sua versatilità, ha dimostrato di saper fare del vetro una vera creazione artistica. Il desiderio di disporre di una fornace di proprietà, dopo sei anni dal recupero di quella del nonno, lo porta ad avviare un nuovo impero rilevando uno spazio dell’azienda Venini che  comunque era appartenuto in precedenza alla sua famiglia. Dove una volta si producevano i vetri sferici dei lampioni, oggi sorge una superficie di 3800m2 dove si alternano spazi chiusi e aperti. Una fornace dove il suo genio investirà nuove forze e nuove idee per essere sempre “one step ahead”.
Chi osa vince, e lui lo ha capito.